Contatto Mail 02.54.11.85.29

Laserterapia


Come funziona il Dye Laser?
La luce emessa dall'apparecchio è una luce intelligente della lunghezza d'onda di 595 nm che riconosce solo ed esclusivamente il colore rosso e quindi nel caso delle lesioni vascolari l’ossiemoglobina contenuta nei globuli rossi. L’emissione dell'impulso viene rilasciata in un tempo così breve da impedire al calore di diffondersi alle strutture anatomiche adiacenti riducendo così i rischi di complicanze come cicatrici ed atrofie. La luce, una volta servita dai vasi, si tramuta in calore determinando una coagulazione intravasale (fotocoagulazione) che visivamente si traduce con un colore blu della regione trattata, chiamato porpora. Questo effetto, significativo dell'efficacia del trattamento, è sempre transitorio, della durata di circa due settimane, dopo di che i vasi precedentemente trattati vengono sostituiti con vasi neoformati normali non più visibili (neoangiogenesi).

Quali sono i limiti del Dye Laser?
Il Dye Laser mostra alcuni limiti relativi alla capacità di risoluzione: il campo d'azione di questo strumento è limitato a vasi capillari di piccole dimensioni ossigenati e rossi e posti ad una profondità nel derma superficiale non oltre i 2 mm. I disordini vascolari con caratteristiche diverse da quelle citate non sono responsivi al trattamento o si risolvono con più difficoltà.

Oltre alle caratteristiche anatomiche e strutturali del vaso, per una buona efficacia della laser terapia intervengono anche altri fattori, come la sede anatomica interessata, l'età del paziente e il colore della cute. Spesso si hanno aspettative di guarigione completa pensando che possano essere sufficienti una o poche sedute, in realtà la rimozione laser della patologia vascolare non è mai un fatto scontato, né di facile esecuzione.

Posso sottopormi con successo al trattamento?
Per accedere a questo tipo di intervento laser è necessario sostenere un'attenta valutazione clinica preliminare osservando in particolare il colore della lesione, la sede interessata, l'estensione e l'età del paziente, in modo da riscontrare l'idoneità o meno al trattamento ed orientativamente i margini di miglioramento della lesione. 

Nei casi più complessi  può essere necessaria una ulteriore indagine strumentale (ecocolordoppler, RMN, Angio-RMN).

Ultime notizie


Inquinamento, un pericolo silenzioso per noi e per i nostri bambini

07.07.2022

Gli effetti dell’inquinamento sulla salute respiratoria sono noti da tempo, ma i dati pubblicati recentemente sono sempre più allarmanti.
Continua...


Ortopedia pediatrica

03.06.2022

A partire da fine maggio sarà possibile effettuare visite con il Dott. Marco Angelo Piras.
Continua...


Contatti

Dove siamo

Piazzale Libia, 7 - 20135 Milano

Telefono e fax

02.54.11.85.29

02.93.66.41.70

Privacy Policy

Euriclea Srl - Dir. Sanitario Dr.ssa Gargasole Cara - Cap.Sociale 10.000€ - P.IVA 06549670963 - REA MI-1900524